Info line: +39 0862 900142
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Descrizione e Cenni storici

Il Comune di Campotosto, diviso in 4 frazioni (Campotosto Capoluogo, Mascioni, Poggio Cancelli ed Ortolano) offre un suggestivo paesaggio incontaminato a chiunque scelga di passare le proprio vacanza (..e non solo) nella più assoluta tranquillità. Si hanno notizie sull’intero Comune nel XIII secolo. Durante il XIV secolo il Comune viene coinvolto nella lotta per il territorio tra L’Aquila ed Amatrice. Alla fine del XV secolo si apre una lotta per il controllo della zona di Pedicino che coinvolge sia la città dell’Aquila sia le genti di Mascioni e di Campotosto (i primi appartenenti a Montereale e i secondi ad Amatrice) e nel 1604 la disputa viene risolta dal tribunale di Napoli con la vittoria dell’Aquila. Nel XVI secolo il re Carlo V D’Asburgo cedette il feudo di Amatrice, quindi anche Campotosto, alla Famiglia Orsini e tra terremoti e passaggi di proprietà arriviamo nel XVIII secolo in cui Campotosto era il villaggio più popoloso e più grande di tutto il contado amatriciano e ha iniziato a governarsi da solo. Alla fine del XVIII secolo Campotosto si stacca dal potere amatriciano e diventa Comune Centrale con l’annessione di Mascioni e Poggio Cancelli appartenute a Montereale. Alla fine dell’Ottocento venne annesso a Campotosto il paese di Ortolano situato dell’alta Valle dell’Aterno. Il Lago: Inizialmente il bacino del lago non era altro che un pascolo dove tutti gli abitanti del comune usavano portare le loro bestie. Successivamente, con la scoperta della torba (usata come combustibile) il bacino divenne una miniera (1887/88): venne costruito il Ponte delle Stecche per facilitare il collegamento con L’Aquila. Gli scavi si di torba sono proseguiti fino al 1924. Nel 1939 venne iniziata la costruzione delle Dighe (Poggio Cancelli, Sella Pedicate e Rio Fucino). che diedero origine al Lago Artificiale di Campotosto situato a 1300 s.l.m. e considerato uno dei più importanti laghi artificiali d’Europa. Vennero bloccate le acque del Rio Fucino, degli affluenti del Vomano e quelli del Trontino. Il Lago di Campotosto riesce a produrre energia per circa cinque diverse centrali idro-elettriche. 
  • Abitanti: 660.
  • Altitudine: 1420 m s.l.m.

 Attività sul Lago

  • Birdwatching
  • Surf
  • Pesca: nel lago è possibile praticare la pesca sportiva e la pesca professionale solo a norma del vigente      Scarica Regolamento

Curiosità

Il 05/01 di ogni anno,a Campotosto, si usa andare in giro per il paese a cantare “Notte Silente” per festeggiare l’arrivo della Befana il 06/01. Il 17/01, festa di Sant’Antonio, si ripete l’usanza del canto in tutto il paese per omaggiarne la venuta.

Manifestazioni e Feste

  • 02/07 e la 1° Domenica di Agosto – Campotosto Capoluogo – Festa della Santissima Maria Apparente (patrona del Paese). Si festeggia il giorno in cui la Madonna decise di apparire nel nostro piccolo paese alle pendici di un piccolo fiume di fronte ad una giovane mutarella che per la grande fede datale dalla Signora, tornò immediatamente a parlare. Si fa una processione per tutto il paese accompagnata di spari di mortaletti e da canti intonati dalle giovani donne del paese.
  • 15/08: Campotosto Capoluogo – Festa della Madonna dell’Assunta (chiesa parrocchiale di Campotosto).
  • Dal 10 al 20 Agosto – Poggio Cancelli – Festa Patronale di San Giorgio e Santa Maria. Un’altra importante manifestazione è La Sposa Pojana che viene rappresentata dai giovani del paese con i vecchi costumi dell’antichità popolare e che percorre tutte le tappe che gli sposi devono fare per potersi sposare. Alla fine la cerimonia si conclude con balli e festeggiamenti nella casa dello sposo.
  • 1° Domenica di Agosto – Ortolano – Festa della Madonna degli Angeli.
  • Festa del Beato Andrea – Mascioni – con processione di parte dalla fazione di Mascioni fino al Comune di Montreale dove il Beato ha preso i voti ed è stato seppellito.

Usi e Costumi

A Natale a Campotosto c’è l’usanza di fare una cena interamente “di magro” a base di Gnucchitti De Magro e Baccalà Dolce.

Gastronomia

Per festeggiare il matrimonio di un/a paesano/a si usa fare il Baccalà della Sposa/o. La festa viene estesa a tutto il paese e quando si va a trovare lo sposo o la sposa viene offerto un piattuccio salato (Baccalà, Alici, Tonno, Olive e Carciofini) e un piattuccio con i dolci. Le Mortadelle di Campotosto (Cojoni di Mulo) sono il piatto tipico del paese. Altro piatto importante per le usanze campotostanee sono i Ciciaregli, una minestra di legumi con della pasta di acqua e farina a forma di cece. A Poggio Cancelli i piatti tipici sono i frascarelli in brodo e il baccala’ in agrodolce per Natale, la pecora alla cottora, farro e fagioli e le pizze fritte dolci.


Comune di Campotosto
P.zza della Chiesa I, 16 - 67013 Campotosto (AQ)
Tel. 0862.900142 - C.F. e P.IVA 00085160661
PEC: protocollo@pec.comune.campotosto.aq.it

Cookie Policy - Privacy Policy - Note Legali

Per offrirti il miglio servizio possibile, questo sito utilizza cookie di terze parti. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità con la nostra Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish